Under 6

Buongiorno a tutti. Resoconto del concentramento di S. Vincenzo (Rufus Rugby). Nonostante le assenze dei nostri campioncini, chi per malattia altri per ultimi giorni di vacanza genitoriali prima della stagione estiva, dobbiamo dire che la giornata è stata molto positiva e di grande soddisfazione. La prima ancora addormentati abbiamo perso, la seconda già riscaldati abbiamo pareggiato con i padroni di casa ma l’ultima che si pensava potesse essere una disfatta, contro i Lione biancoverdi è stata la più bella e combattuta partita a cui abbiamo assistito negli ultimi concentramenti, giocando cercando il compagno per passare la palla, placcando gli avversari uno dietro l’altro e in fine arrivare con il fischio finale con il risultato di 10 a 8. Che dire, positivo al massimo e complimenti a nostri campioncini da Pier e Agnese.

Under 8

Domenica mattina i nostri pesciolini dell’Under 8 si sono ritrovati al porto per la trasferta che li ha visti protagonisti al concentramento che si è svolto a Piombino sul campo Venturelli insieme ai coetanei dell’Etruria Piombino, Cecina Rugby e Grosseto. Pur con soli 7 bambini, quindi con un solo cambio a disposizione, i nostri pesciolini hanno disputato 4 partite vincendone 2 con i pari età del Cecina 2 e del Grosseto e Perdendone 2 con l’Etruria Piombino e Cecina 1. Anche oggi la nostra squadra ha dimostrato determinazione e voglia di giocare facendo vedere ottime giocate cercando un gioco corale e facendo mete di ottima fattura. Prossimo appuntamento il 24 marzo presso il campo del Rufus San Vincenzo.

 Questi i nomi e soprannomi dei giocatori di Domenica:
Mattia Mastrosimone (troncatutto)
Samuele Herzog (Miele)
Ksawery Cignoni (Ironman​)
Nicola Ceccherelli (Atonio)
Leonardo Cafaro (Tuttotuta)
Thiago Princigalli (Scheggia)
Lorenzo Nuccetelli (Nuccio)

Under 14

Come preventivato durante la settimana, la trasferta a Grosseto si è rivelata estremamente difficile e impegnativa. Pur partendo in vantaggio e restandoci per tutta la durata della partita, gli elbani sono stati spesso messi alle corde dall’ottimo avversario che, parole dell’allenatore grossetano, hanno passato le ultime tre settimane a preparare al meglio l’incontro con gli isolani. Una prova corale di grande sacrificio ha consentito all’Elba Rugby di imporsi per 35 a 32.

Under 16

Mascalzoni Vs prato Sesto 22 a 12. Partita vera e combattuta fino all’ultimo minuto. Mascalzoni sempre avanti nel punteggio ma che pagano una carenza fisica dovuta all’influenza generale più simile a un’epidemia che a un normale mal di stagione. Primo tempo positivo che evidenzia un bel gioco abrasivo con ripetuti avanzamenti vicino al punto d’incontro. Ospiti che nel secondo crescono anche sfruttando il calo fisico dei Mascalzoni che, un pò in affanno, riescono a soffocare l’attacco dei Pratesi portando a casa 5 punti.

Under 18

Sul campo di Arezzo l’Under 18 dei Mascalzoni del Canale erano attesi dai Centauri. I padroni di casa dimostrano fin dall’inizio di gara una elevata pressione e costringere gli ospiti soprattutto a curare la fase difensiva. Proprio da una ripartenza nasce la prima meta dell’incontro per i Mascalzoni. Un piazzato dei Centauri fa si che il primo tempo si chiuda sul 3 a 5. Seconda parte di gara in cui i Mascalzoni alzano i ritmi e la velocità di esecuzione mettendo a segno altre 3 mete fissando il risultato finale sul 29 a 11 per gli ospiti. Adesso i ragazzi sono attesi dallo sprint finale in campionato contro Puma Bisenzio e Medicei per prepararsi al meglio alle finali ed agli scontri decisivi di fine stagione.

Seniores

Penultima partita di campionato quella giocata domenica a Pisa. 36 a 31 per gli elbani il risultato che da solo può dare delle indicazioni sull’andamento della partita. Dopo pochi minuti di gioco segna l’Elba una meta di pregevole fattura salvo subirne un’altra pochi istanti dopo per una ingenuità poco frequente anche tra i ragazzini. È un susseguirsi di questo tipo fino alla fine quando l’arbitro decreta la chiusura dell’incontro e toglie la squadra elbana dal rischio di subire una meta all’ultimo minuto. Una partita a due facce che se da una parte, in attacco, mostra una ritrovata capacità di alternare efficacemente gioco al largo e gioco in penetrazione, dall’altra mostra segni molto gravi di scarsissima capacità difensiva. La difesa isolana è stata remissiva e perdente di fronte ad attacchi anche estemporanei ed individuali. Il placcaggio è un gesto fondamentale di questo gioco, troppo importante per essere affrontato con stile individuale e fantasioso. Purtroppo non sono finiti gli aspetti negativi: ancora una volta il ruby elba è stato penalizzato da moltissimi calci di punizione dovuti, anche qui, ad interpretazioni individuali e fantasiose del regolamento di gioco che come sappiamo è un’istanza internazionale molto più semplice da rispettare che da modificare. Da sottolineare la buona prova del pilone Atzori che ha tenuto a battesimo la sua prima partita giocata per tutti gli 80 minuti.

Per chiudere una esortazione: tanta strada è stata fatta, altrettanta deve essere ancora percorsa!