Prima settima triste per l’Elba Rugby che dopo le continue vittorie subisce tre sconfitte su tre.

 
Under 16
Perde contro il Prato Sesto per 19 a 17.
Campo al limite della praticabilità rende la partita particolarmente dispendiosa e più simile a un campo di battaglia d’altri tempi. Padroni di casa che prediligono il buon gioco, al largo molto alla francese.. La pressione degli ospiti rende difficile la gestione del pallone ed il relativo mantenimento scaturendo così le marcature dei due centri Pappalardo e Carpino mancanti delle trasformazioni. Arriva la pausa e si riparte sullo 0 a 10. L’unione Prato Sesto cresce nel gioco e nel mantenimento, mentre i Mascalzoni cominciano a sentire la fatica.  Metro dopo metro si avvicinano e segnano oltre la linea per due volte con relative   trasformazioni.  14/10. Ancora una meta (19 a10) per i padroni di casa e dell’ovale che abbandonano il gioco champagne  per un più nostrano ed adeguato gioco di trincea… Mascalzoni stanchi e con un uomo in meno, sanzionato per placcaggio alto,  trovano le energie per ricominciare a pressare. Tornati in parità numerica, raschiano il barile delle energie per inanellare una serie di placcaggi avanzanti che portano ad’una riconquista del pallone e ad un contrattacco degno di nota e nel rispetto dei principi portando palla velocemente all’ala dove il centro del Canale, Pappalardo  deposita in volata in mezzo ai pali e trasforma per il definitivo 19 a 17.

Formazione: Oliviero, Olivoni, Andreini, Becherini, Pappalardo, Carpino, Oretti, Lami, Calò, Vichi, Vannucci, Cilli, Diversi, Muti, Giacchetto, Carrai, Orzati, Gavetti, Batistoni, Castagnini, Altini, Uklala

 
Under 18
Arriva la seconda battuta d’arresto per l’under 18 sconfitta in casa dai Centauri. Domenica condizionata dal forte vento e dalla incapacità della squadra ospitante di adattarsi alle varie situazioni di gioco. Il vento amplifica i troppi errori frutto di una sorprendente ingenuità. Una brutta e noiosa partita con i ragazzi di casa non reattivi e che non riescono a mettere pressione e ad articolare una manovra di attacco frutto del gioco di squadra. Passati in vantaggio vengono subito recuparati ed il primo tempo si chiude in parita sul 5 a 5. In apertura del secondo tempo i Centauri si portanto in vantaggio con una meta trasformata. Un 12 a 5 che rimane fissato per gran parte del secondo tempo fino a che i Mascalzoni del Canale riescono ad accorciare le distanze portandosi sul 10 a 12. Un calcio da 3 chiude ogni discorso a pochi minuti dalla fine ed il tempo tempo a disposizione non permette più di recuperare il risultato. Partita che lascia il segno interrompendo una lunga striscia positiva e che è riprova del molto lavoro ancora da fare sia a livello tecnico che mentale.
 
Seniores
Elba rugby fermata al campo Scagliotti .
La compagine elbana deve arrendersi ad un più forte Livorno che dopo aver chiuso con un vantaggio di 15 a 5 il primo tempo aumenta il vantaggio nel secondo portandolo a 20 punti. A questo punto la rimonta c’è stata ma è stata lenta a causa di un gioco al piede degli avversari molto redditizio e del forte vento che impediva il gioco in touche. Gli ultimi minuti sono stati molto intensi e la partita interrotta su un calcio di punizione non visto dall’arbitro che decretava la fine della partita lasciando un po’ di amaro in bocca ai ragazzi elbani. La partita ha messo in evidenza da una parte una ancora scarsa esperienza di tutta la squadra ad affrontare partite molto impegnative sul piano tattico; le tre mete subite sono state frutto di tre gravissimi errori difensivi inesorabilmente sfruttati dagli avversari a cui va dato merito. Dall’altra però ha reso evidente a tutti che la squadra sta via via strutturandosi, è una realtà in continua crescita, sta elevando il proprio livello di gioco e si sta affermando come il miglior reparto di mischia del campionato in attesa che anche i 3/4, potenzialmente altrettanto forti,trovino l’affiatamento e la sicurezza per esprimersi a livelli che gli competono