Inizio puntuale e scoppiettante per l’Elba Rugby, che questa domenica incontra in casa i pratesi del Cavalesto.
Dopo soli sei minuti gli ospiti passano in vantaggio con un calcio piazzato. La partita è molto equilibrata e il punteggio non si sblocca neanche quando al 20″ l’Elba prova a piazzare senza risultato.
Le fasi si alternano e così anche il possesso palla.
Al 31″ l’Elba ci riprova e porta il punteggio sul 3 pari con un calcio piazzato, ma l’equilibrio dura poco. Allo scattare del 33″ il Cavalesto reagisce e piazza la prima meta dell’incontro e, anche se non trasformata, la meta frutta i punti che portano il punteggio sull’8 a 3; sulla scia dell’entusiasmo arriva anche la seconda meta, sempre degli ospiti, che si allontanano di altri 5 punti, visto che neanche questa volta trasformano.
Ma non trascorre molto dalla risposta degli isolani, che a un minuto dalla fine del primo tempo segnano e trasformano la loro prima meta accorciando il distacco a soli tre punti grazie a Paglia.
Si rientra in campo e la stanchezza comincia a farsi sentire e così anche un po’il nervosismo: sono molti i banali errori che si avvicendano in campo e al 55″ è il numero 8 del Cavalesto a “guadagnarsi” un cartellino giallo per indisciplina. Ne approfitta subito l’Elba Rugby che pareggia con un calcio piazzato di Viganego.
Al 66″ il Cavalesto sceglie i pali, ma niente di fatto. Non contenti ci riprovano, e stavolta passano in vantaggio.
Cartellino giallo anche per gli elbani: è Ascione a subirlo in finale di partita.
Malgrado tutto, i padroni di casa trovano la forza di dare l’ultimo colpo di coda, con Leo new entry verde-blu che segna la meta che li porterà alla vittoria a soli due minuti dal fischio finale. Niente trasformazione, ma la partita ormai è finita: 18 a 16 e l’Elba è al secondo posto a un punto dal Piombino, che sarà il degno avversario in trasferta della prossima domenica.