A tre settimane dalla vittoria con il Cecina fuori casa l’Elba rugby torna in campo contro il Cus Pisa. Alla presenza dei parenti si rispetta all’inizio un minuto di silenzio in onore “dell’amico old” prematuramente scomparso Massimo Marra.

La squadra elbana seppur quasi al completo conta diversi giocatori appena rientrati da vari infortuni. Alla prima azione gli elbani passano in vantaggio con meta del giovane Kopeinig non trasformata. Tutto sembra girare positivamente per i verdi-blu ma invece, vuoi per leggerezza, vuoi per mancanza di concentrazione, il Pisa acquista con il passare dei minuti il possesso di palla e anche di campo. È così che il primo tempo finisce 5 a 3 per gli elbani ma con ben tre calci di punizione sbagliati dagli avversari. Dopo la strigliata del tecnico Ghini e due sostituzioni, Mernone per Lupi e Ricci per Sava, si torna in campo con l’intento di aumentare la distanza sul tabellone. Ma questa domenica l’Elba Rugby é irriconoscibile, la musica è la stessa del primo tempo, un calcio piazzato di Viganego porta il risultato su 8 a 3 e fa sperare per il meglio ma niente da fare poco dopo l’Elba capitola con una meta trasformata del Pisa che inchioda per il resto della partita il risultato sul 10 a 8. Sconfitta che pesa sulla classifica ormai a poche partite dalla fine del campionato.

Siamo convinti che i nostri ragazzi troveranno nuove forze per reagire a questa sconfitta fin dal prossimo incontro in un rush finale di campionato fatto di orgoglio e voglia di rivalsa.